L'automassaggio

L'automassaggio

Un buon sistema per stimolare gli occhi a funzionare meglio, è quello di praticare semplici e rilassanti automassaggi; anche massaggi più complessi, come la digitopressione che richiede l'intervento di un massaggiatore specializzato, possono aiutare, insieme all'organismo, gli occhi in particolare.

L'automassaggio degli occhi
Massaggiare delicatamente gli occhi con movimenti concentrici dei polpastrelli non solo li rilassa, ma sembra che possa stimolare il rapporto tra il nervo vago e i muscoli retti che regolano i movimenti oculari; la stimolazione di questo nervo faciliterebbe anche la riduzione dei battiti cardiaci e quindi potrebbe gradualmente il corpo a rilassarsi e a prepararsi per il sonno. Questa semplicissima tecnica viene usata in molte arti marziali per favorire, attraverso la quiete, la fase di maggior concentrazione, e inoltre nell'ipnosi e nella preparazione dei pazienti a particolari esami clinici.

L'automassaggio delle sopracciglia
Estremamente semplice, questo automassaggio si fa sulle sopracciglia con le punte dei pollici, andando dal centro della fronte verso l'esterno, e terminando con leggeri movimenti rotatori sulle palpebre.

L'automassaggio delle orbite
Si esegue appoggiando le mani sugli occhi, con il centro del palmo di fronte al cristallino e alla parte superiore delle sopracciglia; si fa poi un massaggio lento e circolare sulle orbite, facendo attenzione a non staccare mai le mani dal viso: dall'interno verso l'esterno se gli occhi sono arrossati o interessati da un'allergia; dall'esterno verso l'interno nei casi di cataratta e glaucoma.

L'automassaggio delle tempie
Si massaggiano circolarmente il punto Taiyang (che si trova al centro delle tempie) e il punto Tongziliao (sull'angolo esterno dell'occhio), con movimenti prima indietro, poi verso l'alto; infine si scende verso l'occhio.

L'automassaggio del punto Fengchi
Si tratta di un massaggio proposto dal qi gong (che spieghiamo più avanti) che aiuta a distendere collo e schiena, rilassando, di riflesso, la vista. Si appoggiano indice e medio sulle due cavità della nuca, alla base del cranio, e si massaggia lentamente con andamento circolare prima verso l'esterno, quindi verso l'interno.

La digitopressione
Questo massaggio, chiamato anche agopressione, è di origine cinese: aiuta a ristabilire l'equilibrio nell'organismo e consiste in una serie di pressioni eseguite ad arte lungo i meridiani (gli stessi dell'agopuntura) in cui scorre il Qi, l'energia vitale.

I Nostri Brand