Lenti a contatto

Chi per ragioni mediche o per propria preferenza estetica, porta lenti a contatto, deve tener presente che questi piccoli capolavori della tecnologia ottica vanno, come dice il loro nome, proprio a diretto contatto con gli occhi e richiedono perciò particolari precauzioni.

L'igiene è fondamentale per prevenire possibili infezioni e questo vale soprattutto (ma non solo) per le lentimorbide, che essendo costituite dal 50-80% di acqua assorbono facilmente agenti esterni, alcuni dei quali pericolosi. I rischi più frequenti sono quelli di allergie, congiuntiviti, cheratiti e abrasioni corneali, ma può evitarli il rispetto di alcune semplici regole.
Prima di indossare le lenti si devono lavare accuratamente le mani con un sapone neutro delicato, evitando i saponi deodoranti, quelli con antibatterici forti e quelli che contengono molto profumo, perché possono lasciare sulle mani residui di sostanze irritanti.
Ancora più importante è pulire le lenti sia giornalmente, sia periodicamente, con le apposite pasticche enzimatiche, o con gli appositi liquidi detergenti, che tolgono i residui proteici depositati durante il loro uso. Le lenti permanenti e quelle a ricambio frequente devono essere riposte negli appositi conservanti e disinfettanti, e il contenitore va cambiato ogni tre mesi circa; non occorre dire che quelle giornaliere vanno buttate al termine della giornata, e mai riusate. A maggior ragione va assolutamente evitato lo scambio di lenti tra persone diverse: questa pratica, che pare verificarsi soprattutto tra le ragazzine, desiderose di provare l'effetto sui loro occhi delle lenti colorate delle amiche, espone a un alto rischio di contagio, anche di malattie serie. Le donne che amano truccarsi devono fare attenzione a scegliere i cosmetici più adatti e alla loro applicazione: sembra infatti che i prodotti da trucco siano tra i maggiori responsabili di abrasioni sulla superficie delle lenti, iltre che di irritazioni e allergie agli occhi. La prudenza insegna a scegliere i prodotti ipoallegenici o 'per occhi sensibili', che non contengono sostanze irritanti.

Anche l'applicazione di cosmetici vicino agli occhi che portano lenti a contatto richiede alcune preacauzioni: per ridurre le probabilità di sporcare le lenti, meglio applicare il trucco a lenti già inserite; evitare i mascara resistenti all'acqua, i cosiddetti waterproof, perché possono lasciare macchie indelebili sulle lenti; non applicare eyeliner e matite nella parte interna della palpebra inferiore, perché le sostanze grasse in essi contenute possono macchiare le lenti e chiudere i dotti escretori, cioè i canali attraverso i quali passa la componente liquida della lacrima.

La moda delle lenti fun, ornate da disegni simbolici più o meno inconsueti, lanciata da notissimi personaggi dello spettacolo, presenta rischi non tanto in sé, quanto per l'inaffidabilità di alcuni canali di vendita. Tra i primi a lanciare l'allarme è stata l'associazione degli optometristi canadesi, ma il problema riguarda tutti quei paesi nei quali è possibile acquistare senza ricetta queste lenti (come pure quelle colorate non correttive) presso farmacie, supermercati e negozzi vari.

Se non ci si fa consigliare da un esperto può capitare di comprare lenti di dimensione e curvatura sbagliate, oppure di non sapere di non avere una produzione insufficiente di liquido lacrimale: non va dimenticato che le lenti a contatto non appoggiano sulla cornea (sarebbe insopportabilmente doloroso), ma 'galleggiano' sul liquido lacrimaleche le ricopre; se questo liquido è isufficiente si può andare incontro a dolorose abrasioni della cornea.

I Nostri Brand